21 marzo 1993: Grassadonia e quel "buffo" infortunio... (video)

Infiltrazione sbagliata e sostituzione dopo cinque minuti di gioco
06.07.2018 18:10 di Antonello Abbattista  articolo letto 3228 volte
21 marzo 1993: Grassadonia e quel "buffo" infortunio... (video)

E’ uno dei contenuti extra di “Zemanlandia”, il docufilm di Giuseppe Sansonna del 2009 in cui si raccontano storia e aneddoti della più fortunata epopea calcistica foggiana con Zdenek Zeman e Don Pasquale Casillo protagonisti indiscussi. Sono il magazziniere Dario Annecchino e il massaggiatore Lino Rabbaglietti, nel corso di una delle tante partite a carte tra il boemo, il “diesse” Peppino Pavone, il dirigente accompagnatore Franco Altamura e il “secondo” Vincenzo Cangelosi, a raccontare quanto accadde poco prima di Foggia-Ancona del 21 marzo 1993. I Satanelli sono al loro secondo anno in A e, dopo un avvio di stagione non facile e con una squadra ricostruita ex novo con tanti volti nuovi e sconosciuti al grande calcio, hanno finalmente ingranato e viaggiano tranquilli verso la salvezza. Nella rosa foggiana figura anche un ventenne Gianluca Grassadonia, l’anno prima messosi in mostra in Serie C1 con la Salernitana, all’epoca vera e propria squadra “satellite” dei dauni. Per lui, in quella stagione, saranno nove le presenze totali in maglia rossonera prima di consacrarsi definitivamente negli anni successivi, specialmente a Cagliari. Prima dello scontro diretto con i marchigiani, che sarà deciso da un gol di Andrea Seno, Grassadonia, infortunatosi nella rifinitura, chiede a Rabbaglietti una infiltrazione per sopportare il dolore e scendere comunque in campo. Il massaggiatore rossonero, tuttavia, sbaglia manovra e addormenta il nervo peroneo del difensore foggiano. Risultato: Grassadonia sarà sostituito al quinto minuto di gioco da Fornaciari.