Corsa agli "under": il Foggia li ha in casa ma sono rimasti in pochi

In D obbligo di schierare un 99, due 2000 e un 2001 per i 90 minuti. In pratica servono 8 "baby"
26.07.2019 09:14 di Antonello Abbattista   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Corsa agli "under": il Foggia li ha in casa ma sono rimasti in pochi

In Serie D c’è l’obbligo di schierare 4 “under” nel corso dell’intera partita. Uno nato nel 1999, due nel 2000 e uno nel 2001. Il che significa dotare la propria rosa di 8 elementi tra titolari e riserve che siano nati tra il 1999 e il 2001. Il Foggia parte dal vantaggio di provenire da due stagioni in cui, considerata la militanza in Serie B, ha potuto contare sulla propria formazione Primavera costruita da Elio Di Toro e affidata alla guida di Gaetano Pavone, figlio di Peppino, e che non è escluso possa essere coinvolto nel nuovo progetto del Foggia Football Club per occuparsi della nuova Juniores. Come era ovvio che fosse, complice la dipartita del Foggia Calcio, anche il vivaio rossonero è stato oggetto, nelle ultime settimane, di operazioni in uscita che hanno visto i difensori Arena passare al Monopoli, Cascione, di ritorno dal Cerignola, accasarsi al Bari, Sollini, “operazione” di Nember, andare alla Pistoiese, il centrocampista Di Stasio al Vastogirardi, bomber Cavallini firmare per la Casertana e l’attaccante Marini passare al Trastevere. Oltre a questi addii se ne sono registrati altri di calciatori che hanno trovato collocazione dalla Serie D in giù, anche se si tratta di trasferimenti minori.

Ci sono, però, ancora calciatori che possono fare al caso del nuovo Foggia. Tra i pali c’è Simone Sarri, classe 2000, che negli ultimi due campionati Primavera ha collezionato un totale di 17 presenze per 29 reti subite. Altro guardiapali “baby” è Davide Di Stasio, classe 2001, 14 presenze e 30 gol incassati nell’ultima stagione.

In difesa c’è Lorenzo Betti, classe 2000, 23 presenze nell’ultima stagione e mezza in rossonero prima di passare all’Avellino, neopromossi in Serie C, con cui ha messo insieme 19 presenze totali in Serie D (15 in campionato e 4 nella Poule Scudetto). Altro elemento che potrebbe fare la caso dei dauni è Emanuele Caruso, classe 1999, 21 presenze nella stagione 2017/2018 e nella passata stagione divisosi tra Castelfidardo e Gela in D per un totale di 26 presenze e un gol. Ulteriori elementi disponibili potrebbero essere Matteo Cucci, classe 2001, Antonio De Vitis, classe 2000 e Simone Fiore del 2001.

In mediana hanno fatto ritorno alla base dopo l’esperienza cerignolana Emanuele Amabile, classe 1999, 13 presenze con l’Audace nella seconda parte della passata stagione di Serie D e 31 presenze e due reti con i rossoneri nel 2017/2018 e nella prima parte del 2018/2019 (in più vanta 18 presenze con la Primavera della Salernitana nella stagione 2016/2017, ndr); Antonio De Cristofaro, classe 2000, 8 presenze (più due con un gol nella Coppa di categoria, ndr) con il Cerignola nella passata stagione in D e 21 con ben 6 gol all’attivo in quella precedente con la maglia rossonera. Altri due elementi che potrebbero fare al caso del Foggia sono due 2001 quali Francesco Muscatiello e Francesco Palumbo. Il primo ha messo insieme 33 presenze e due gol nelle ultime due stagioni, il secondo è andato a segno quattro volte nell’ultima stagione del campionato Primavera in 19 apparizioni. Ulteriori elementi disponibili potrebbero essere Bakary Jaiteh classe 1999, Giorgio Sergio del 2001 e Manlio Di Masi nato nel 2000.

In attacco è indubbiamente Basilio Antonelli l’elemento da tenere d’occhio. L’ex romanista torna dall’esperienza all’Olympia Agnonese in D dove ha messo a segno una rete in 13 apparizioni. Con il Foggia, invece, 14 gol in 27 presenze nell’ultima stagione e mezza. Altri due elementi che hanno fatto esperienza in D sono Antonio Schena, proveniente dall’Isernia dove ha segnato due gol in 17 presenze dopo averne realizzate tre in 13 presenze con i dauni e Mario Rosi, una rete in nove apparizioni a Castrovillari dopo aver collezionato cinque presenze con la maglia foggiana. Infine c’è Giovanni Albano, classe 2000.

Di seguito l’elenco dei calciatori Primavera che non hanno ancora trovato l’accordo con altre società. Tra parentesi anno di nascita, presenze e reti con il Foggia Primavera e con altre squadre di Serie D relative alle stagioni 2017/2018 e 2018/2019

PORTIERI

Davide Di Stasio (2001 – 14/-30)

Ahmed Mejiri (2001 – fine prestito dall’Atletico Vieste in Eccellenza)

Simone Sarri (2000 – 17/-29 + 1/-1 nel Manfredonia in D 2016/2017)

DIFENSORI

Lorenzo Betti (2000 – 23/0 + 15/0 nell’Avellino)

Emanuele Caruso (1999 – 21/0 + 14/1 nel Castelfidardo + 12/0 nel Gela)

Matteo Cucci (2001 – 19/0)

Antonio De Vitis (2000 – 17/0)

Simone Fiore (2001 – 11/0)

CENTROCAMPISTI

Emanuele Amabile (1999 – 31/2 + 13/0 nell’Audace Cerignola)

Antonio De Cristofaro (2000 – 21/6 + 8/0 nell’Audace Cerignola)

Manlio Di Masi (2000 – 7/0)

Michele Fucci (2002 – 2/0)

Bakary Jaiteh (1999 – 7/0)

Francesco Muscatiello (2001 – 33/2)

Francesco Palumbo (2001 – 19/4)

Giorgio Sergio (2001 – 12/0)

ATTACCANTI

Giovanni Albano (2000 – 8/1 – fine prestito dall’Atletico Vieste in Eccellenza)

Basilio Antonelli (2000 – 27/14 + 13/1 nell’Olympia Agnonese)

Belmin Ridzal (2001 – 5/0 + 4/0 nell’Abano 2017/2018)

Mario Rosi (2001 – 5/0 + 9/1 nel Castrovillari)

Luigi Samele (2002 – 1/0)

Antonio Schena (1999 – 13/3 + 2/0 nel Bitonto + 17/2 nell’Isernia)