Il primo "colpo" di Nember è una rescissione

Ai saluti un portiere di grande esperienza
17.12.2017 10:21 di Antonello Abbattista  articolo letto 2561 volte
Di Bari e Pelizzoli
Di Bari e Pelizzoli

Il nuovo direttore sportivo del Foggia, Luca Nember, insediatosi qualche settimana fa al posto del tandem Di Bari-Colucci, non avrà solo un gran da fare nell'accaparrarsi un buon numero di calciatori da mettere a disposizione di mister Stroppa nel mercato di gennaio. Molto c'è da fare in uscita perché tra elementi attualmente in rosa che hanno deluso, calciatori ai margini della prima squadra e calciatori in prestito (e a libro paga rossonero, ndr) in giro per la Serie C, il nuovo "diesse" è chiamato anche a ridurre i costi improduttivi.

Una delle operazioni di mercato più insensate della sessione estiva è stata quella relativa all'ingaggio di Ivan Pelizzoli. Portiere di grande esperienza in Serie A, B e nelle Coppa ma che con la regola degli "over"  andava ad occupare una casella che, in genere, le altre squadre lasciano a un "under". Per di più il suo arrivo non è coinciso con l'addio dello spagnolo Sanchez, ex secondo di Guarna nella passata stagione, anch'egli "over", che è rimasto fuori lista fino all'infortunio del numero uno rossonero (sostituito in queste ultime partite dal classe 1997 Tarolli, ndr). 

Insomma: i dauni hanno pagato fino a ieri gli ingaggi di 4 portieri e mezzo (perché in realtà ci sarebbe anche Narciso, in prestito alla Sicula Leonzio, e con il contratto rinnovato in estate fino al 2019, ndr). Ovvio che una delle prime mosse di Nember dovesse essere quella di rimettere ordine tra i pali. Pelizzoli, classe 1980, ha rescisso ieri. Spetterà adesso alla sua abilità "liberarsi" di ulteriori "zavorre" nel reparto.