Tutto sull'avversario del Foggia, il Brescia

Tra le "rondinelle" ci sono gli ex Felipe Curcio in campo e Giacomo Filippo "secondo" di mister Boscaglia
24.02.2018 09:02 di Antonello Abbattista  articolo letto 236 volte
L'Airone Caracciolo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'Airone Caracciolo

Calato il poker di vittorie di fila, il Foggia di Giovanni Stroppa è chiamato alla cinquina e a vincere il secondo match di fila tra le mura amiche sabato pomeriggio contro il Brescia in quello che è uno scontro diretto in chiave salvezza. L’avversario è ostico, cliente abituale della cadetteria, reduce dal cambio di proprietà avvenuto in agosto e che ha visto il ritorno di Massimo Cellino nel calcio italiano dopo le esperienze inglesi che, a loro volta, avevano fatto seguito al soddisfacente ventennio alla guida del Cagliari.

Sulla panchina della “leonessa” siede nuovamente Roberto Boscaglia, tornato in estate alla guida dei bresciani dopo l’esperienza di Novara e che era stato sostituito dall’ex rossonero Pasquale Marino prima di essere richiamato alla guida delle “rondinelle”. Appena fuori dalla zona play-out con 30 punti assieme all’Avellino, i lombardi hanno finora vinto sette volte, pareggiato in tre circostanze e perso dieci partite per un totale di 26 reti realizzate, penultimo attacco della B come lo Spezia, e 30 subite. Fuori casa due vittorie, quattro pareggi e 6 sconfitte per sole otto reti messe a segno, penultimo attacco esterno del torneo, e 15 subite. Cannoniere del Brescia è l’intramontabile “airone” Caracciolo con nove reti seguito da un altro attaccante, Torregrossa, a sette reti. Tre gol per il mediano Bisoli, figlio d’arte, due per l’attaccante Ferrante, passato al Pisa. Una a testa per l’esperto difensore Gastaldello, per l’attaccante Spalek, arrivato a gennaio, e per il centrocampista Machin, ceduto al Pescara nel corso del mercato di riparazione, decisamente movimentato in uscita, dal quale sono però arrivati anche l’ex Foggia Felipe Curcio sulla fascia sinistra dalla Fidelis Andria e gli attaccanti Embalo dal Palermo e Okwonkwo dal Bologna.

All’andata finì due pari con vantaggio iniziale siglato da Caracciolo per i bresciani, Floriano e Chiricò a ribaltare momentaneamente il risultato per i Satanelli, Bisoli a fissare il risultato finale di parità.

Arbitro dell’incontro sarà Fabio Piscopo di Imperia. Calcio d’inizio alle 15.

Di seguito l’attuale rosa del Brescia. Tra parentesi provenienza, età, presenze e reti per ciascun calciatore aggiornate alla ventiseiesima giornata. Per ogni giocatore è anche indicato il numero di maglia. In grassetto i nuovi arrivi di gennaio.

BRESCIA – Allenatore: Roberto Boscaglia poi Pasquale Marino poi Roberto Boscaglia

PORTIERI

22 - Lorenzo Andrenacci (Proveniente dal Fano – 1995) (0/-0)
1 - Stefano Minelli (Confermato – 1994) (25/-28)
37 - Alberto Pelagotti (Proveniente dall’Empoli – 1989) (0/-0)

DIFENSORI
41 – Terence Baya (Proveniente dal Belfort – 1998) (0/0)
36 - Andrea Bandini (Proveniente dal Mantova – 1994) (1/0)
40 - Tommaso Cancellotti (Proveniente dalla Juve Stabia – 1992) (20/0)
15 - Mauro Coppolaro (Proveniente dal Latina – 1997) (13/0)
16 - Felipe Curcio (Proveniente dalla Fidelis Andria – 1993) (4/0 + 17/3 nella Fidelis Andria)
35 - Daniele Gastaldello (Proveniente dal Bologna – 1983) (23/1)
4 – Dimitrios Konstantinidis (Proveniente dal Paok Salonicco) (0/0 + 0/0 nel Paok Salonicco)
19 - Edoardo Lancini (Proveniente dal Novara – 1994) (13/0)
33 - Alessandro Longhi (Proveniente dal Pisa – 1989) (11/0)
31 - Biagio Meccariello (Proveniente dalla Ternana – 1991) (15/0)
3 - Michele Somma (Confermato – 1995) (21/0)

CENTROCAMPISTI
25 - Dimitri Bisoli (Confermato – 1994) (25/3)
23 - Jacopo Dall’Oglio (Confermato – 1992) (9/0)
30 - Federico Furlan (Proveniente dal Bari – 1990) (22/0 + 1/0 nel Bari)
8 - Alessandro Martinelli (Confermato – 1993) (24/0)
20 - Emanuele Ndoj (Confermato – 1996) (10/0)
34 - Sandro Tonali (Cresciuto nella società – 2000) (5/0)

ATTACCANTI
9 - Andrea Caracciolo (Confermato – 1981) (23/9)
21 - Matteo Cortesi (Proveniente dal Como – 1997) (5/0)
11 - Carlos Embalo (Proveniente dal Palermo – 1994) (3/0 + 6/1 nel Palermo)
39 - Lamine N’Diaye (Proveniente dalla Lazio – 1998) (0/0)
18 - Orji Okwonkwo (Proveniente dal Bologna – 1998) (3/0 + 10/3 nel Bologna)
32 - Lautaro Rinaldi (Proveniente dal Panathinaikos – 1993) (6/0)
38 - Rigoberto Rivas (Proveniente dall’Inter – 1998) (11/0)
27 - Nikolas Spalek (Proveniente dal Zilina – 1997) (2/1 + 19/4 nel Zilina)
7 - Ernesto Torregrossa (Confermato – 1992) (14/7)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Riccardo Gagno (P) (Proveniente dal Poggibonsi e poi ceduto al Mestre – 1997) (1/-2)
28 - Ricardo Bagadur (D) (Proveniente dal Benevento e poi ceduto al Feralpi Salò - 1995) (0/0)
14 - Andrea Cistana (D) (Proveniente dal Ciliverghe Mazzano e poi ceduto al Prato – 1997) (0/0)
4 - Racine Coly (D) (Confermato e poi ceduto al Nizza – 1995) (1/0)
11 - Nicola Lancini (D) (Confermato e poi ceduto alla Fidelis Andria – 1994) (0/0)
2 - Alessandro Semprini (D) (Proveniente dalla Juventus e poi ceduto all’Arezzo – 1998) (0/0)
26 - Fabio Bertoli (C) (Proveniente dal Piacenza e poi ceduto al Prato – 1996) (0/0)
16 - Luca Cattaneo (C) (Proveniente dal Pordenone e poi ceduto alla Reggiana – 1989) (2/0)
27 - Luca Checchin (C) (Proveniente dal Prato e poi ceduto alla Viterbese – 1997) (0/0)
29 - Enzo Di Santantonio (C) (Proveniente dal Mantova e poi ceduto al Santarcangelo – 1995) (5/0)
5 - Josè Machin (C) (Proveniente dal Lugano e poi ceduto al Pescara – 1996) (21/1)
24 - Massimiliano Mangraviti (C) (Confermato e poi ceduto al Racing Fondi – 1998) (0/0)
18 – Alexis Ferrante (A) (Confermato e poi ceduto al Pisa – 1995) (20/2)