Tutto sull'avversario del Foggia: il Brindisi

Allenato dal viestano Massimiliano Olivieri e con il foggiano Luigi Ianniciello baluardo difensivo. Ex di turno, Pizzolato
20.08.2019 22:39 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Tutto sull'avversario del Foggia: il Brindisi

Mercoledì 21 agosto 2019 ore 20, stadio “Fanuzzi”, Brindisi. Inizia da qui la nuova storia del Calcio Foggia 1920, di nuovo dalla Coppa Italia di Serie D, sette anni dopo la serata di Termoli da cui cominciò una cavalcata che avrebbe portato i Satanelli in Serie B nell’arco di cinque anni. Una storia interrotta bruscamente a maggio con la retrocessione dei rossoneri in C e poi con la mancata iscrizione della compagine dauna al relativo campionato a giugno. Acqua passata. Oggi la squadra di Amantino Mancini e Ninni Corda si presenta all’inaugurazione della stagione 2019/2020 con una rosa nettamente più forte, sulla carta, di quella di sette anni fa, pur se ancora incompleta. E per i dauni subito un derby, infuocato, contro i biancazzurri neopromossi dall’Eccellenza e alla ricerca di un perenne rientro nel calcio che conta che, in terra brindisina, manca da 30 anni.

Il Brindisi proviene da due promozioni di fila: dalla vittoria del campionato di Promozione due stagioni fa e dalla vittoria ai play-off di Eccellenza contro l’Agropoli (ripescato poi in Serie D e inserito proprio nel girone H, ndr) nella passata stagione. Sulla panchina è stato confermato il viestano Massimiliano Olivieri, ex allenatore di Atletico Vieste e San Severo, subentrato a Danilo Rufini (ex tecnico del San Severo anch’egli, ndr) nel corso della passata stagione.

Appena 6 i calciatori confermati della rosa arrivata al secondo posto dell’Eccellenza pugliese nello scorso campionato. I portieri Lacirignola e Giorgio Pizzolato, un anno nella “Berretti” rossonera prima di passare fugacemente in prima squadra in Serie D sette anni fa per poi essere ceduto al San Severo a inizio stagione; gli esperti difensori Fruci e Ianniciello, foggiano, cinque stagioni al San Severo tra Eccellenza e D e con un’esperienza anche nei Monti Dauni in Eccellenza a inizio carriera; gli esperti centrocampisti Merito e Dino Marino, scuola Inter, capitano della squadra e “atleta di Cristo” di Nicola Legrottaglie. Ben 14 i volti nuovi finora arrivati a Brindisi. Tra questi l’esperto Capone, ex San Severo, in difesa; D’Ancora dal Savoia e Zappacosta, talento mai esploso, a centrocampo dal Rotonda; bomber Montaldi, ex Cerignola, dal Fasano, Cristiano Ancora, un ritorno, dall’Agnonese e Sorrentino dal Rezzato in attacco. Tra gli under si segnalano Corbier in difesa dal Savona e Mosca a centrocampo dalla Sancataldese.

Una compagine, quella brindisina, che ha ancora bisogno di innesti ma che sicuramente punterà ai play-off. Una sfida probante, quindi, per i Satanelli che giocheranno la loro prima vera partita in assoluto dato che, finora, nel ritiro di Campitello Matese si è più badato a recuperare il ritardo accumulato per via delle vicissitudini societarie, preparando i calciatori singolarmente e in gruppo, che ad organizzare amichevoli (il continuo andirivieni di calciatori in prova ha però sicuramente contribuito quantomeno alle partitelle in famiglia, ndr).

Arbitro dell’incontro sarà Andrea Rizzello di Casarano. La partita sarà trasmessa in diretta su Canale 85 e in radiocronaca web su Mitico Channel.

Di seguito l’attuale rosa del Brindisi. Per ogni calciatore, tra parentesi, anno di nascita, provenienza, presenze e reti relative alla passata stagione

BRINDISI – Allenatore: Massimiliano Olivieri

PORTIERI
Michele Lacirignola (Confermato – 2000) (*/-*)
Giorgio Pizzolato (Confermato – 1995) (*/-*)

DIFENSORI
Alessandro Capone (Proveniente dal Castiadas – 1984) (16/0 + 10/0 nel Jesina)
Amadou Corbier (Proveniente dal Savona – 1999) (16/0)
Niccolò Dario (Proveniente dal Lecce – 2000) (18/1 nella Primavera)
Ibrahim Escu (Proveniente dal Catania – 2001) (*/*)
Daniele Fruci (Confermato – 1988) (23/3)
Walter Galiano (Proveniente dalla Salernitana – 2001) (5/0 nella Primavera)
Luigi Ianniciello (Confermato – 1986) (28/2)

CENTROCAMPISTI
Salvatore D’Ancora (Proveniente dal Savoia – 1995) (24/2)
Dino Marino (Confermato – 1985) (*/*)
Juri Masocco (Proveniente dall’Agropoli – 1996) (*/*)
Jaime Merito (Confermato – 1983) (20/1)
Antonio Mosca (Proveniente dalla Sancataldese – 2000) (15/0)
Andrea Tartaglione (Proveniente dalla Juve Stabia – 2001) (*/*)
Giacomo Zappacosta (Proveniente dal Rotonda – 1988) (11/0)

ATTACCANTI
Cristiano Ancora (Proveniente dall’O.Agnonese – 1985) (19/2 + 6/0 nel Taranto)
Leonardo Granado (Proveniente dal Castelfidardo – 1994) (14/3)
Anibal Montaldi (Proveniente dal Fasano – 1980) (30/10)
Gennaro Sorrentino (Proveniente dal Rezzato – 1988) (19/3 + 13/10 nel Portici)
Pape Tourè (Proveniente dal Mesagne - 1999) (*/*)