Tutto sull'avversario del Foggia: il Brindisi (video)

La compagine brindisina sta attraversando una crisi societaria. Gara a porte chiuse allo Zaccheria. Torna Roberto Cau in panchina
16.02.2020 10:06 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Salvatore Ciullo
© foto di Alfonso Miranda
Salvatore Ciullo

Davanti agli addetti ai lavori e a pochissimi intimi per via della squalifica dello Zaccheria, il Foggia di Ninni Corda, che ritroverà Roberto Cau in panchina dopo aver scontato le due giornate di squalifica, sarà chiamato ad affrontare il derby contro il Brindisi. Una squadra, quella brindisina, in piena crisi societaria che ha ridimensionato i programmi di inizio stagione e che ha da tempo abbandonato qualsivoglia velleità di inserimento di zona play-off.

La compagine di Salvatore Ciullo, subentrato a Massimiliano Olivieri, ha finora raccolto 29 punti frutto di sette vittorie e otto pareggi. Otto le sconfitte subite per un totale di sole 22 reti realizzate e 33 subite. Fuori casa tre vittorie, quattro pareggi ed altrettante sconfitte per 13 gol fatti e 20 subiti. Cannoniere della squadra è il centrocampista D’Ancora, a segno nella gara di andata, con cinque reti. Seguono l’attaccante Ancora con quattro marcature e capitan Dino Marino con tre centri assieme all’attaccante Toure; Maglie, attaccante, Zappacosta, centrocampista, e i difensori Ianniciello e Fruci con una segnatura a testa.

Mercato invernale con molte uscite tra le quali quelle del difensore Corbier, dei centrocampisti Masocco e Mosca e degli attaccanti Granado, Montaldi e Sorrentino a cui sono corrisposte entrate di calciatori prevalentemente under ad eccezione dell’attaccante Dorato, prelevato dall’Altamura.

Foggia e Brindisi si sono già affrontate due volte in questa stagione, entrambe al “Fanuzzi”. All’esordio in Coppa Italia di Serie D ci pensò Iadaresta, di testa, a regalare i tre punti e la qualificazione ai rossoneri allo scadere. In campionato uno pari con vantaggio foggiano di Iadaresta e pareggio brindisino di D’Ancora.

Arbitro dell’incontro sarà Leonardo Tesi di Lucca. Calcio d’inizio alle 14:30

Di seguito l’attuale rosa del Brindisi. Per ogni calciatore, tra parentesi, anno di nascita, provenienza, presenze e reti aggiornate alla 23esima giornata. In grassetto i nuovi arrivi del mercato di dicembre.

BRINDISI – Allenatore: Massimiliano Olivieri poi Salvatore Ciullo

PORTIERI
Michele Lacirignola (Confermato – 2000) (14/-23)
Giorgio Pizzolato (Confermato – 1995) (9/-10)

DIFENSORI
Antonio Boccadamo (Proveniente dal Milano City – 1999) (16/0)
Alessandro Capone (Proveniente dal Castiadas – 1984) (7/0)
Niccolò Dario (Proveniente dal Lecce – 2000) (15/0)
Ibrahim Escu (Proveniente dal Catania – 2001) (18/0)
Daniele Fruci (Confermato – 1988) (22/1)
Luigi Ianniciello (Confermato – 1986) (21/2)
Andrea Marangi (Proveniente dal Monopoli – 2001) (1/0 + 0/0 nel Monopoli)
Eugenio Nardelli (Proveniente dal Messina – 2001) (1/0 + 1/0 nel Messina)
Andrea Nocerino (Proveniente dal Fiuggi – 1999) (0/0 + 4/0 nel Fiuggi)

CENTROCAMPISTI
Giovanni Balsamà (Proveniente dal Corigliano – 2001) (1/0 + 7/1 nel Corigliano)

Salvatore D’Ancora (Proveniente dal Savoia – 1995) (21/5)
Muhammed Darboe (Proveniente dal Mantova – 2000) (1/0)
Dino Marino (Confermato – 1985) (23/3)
Jaime Merito (Confermato – 1983) (8/0)
Domenico Pizzolla (Proveniente dal Lecce – 2001) (15/0)
Giacomo Zappacosta (Proveniente dal Rotonda – 1988) (16/1)

ATTACCANTI
Cristiano Ancora (Proveniente dall’O.Agnonese – 1985) (21/4)
Domenico Cuomo (Proveniente dal San Tommaso – 1999) (4/0+7/0 nel S.Tommaso)
Santiago Dorato (Proveniente dall’Altamura – 1988) (3/0 + 14/2 nell’Altamura)

Giuliano Maglie (Proveniente dalla Sampdoria – 2001) (4/1)
Pape Tourè (Proveniente dal Mesagne – 1999) (19/3)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Amadou Corbier (D) (Proveniente dal Savona e poi svincolato – 1999) (10/0)
Walter Galiano (D) (Proveniente dalla Salernitana e poi ceduto al San Tommaso – 2001) (4/0)
Andrea Lombardo (C) (Proveniente dal Catania e poi ceduto al Giarre – 2000) (5/0)
Juri Masocco (C) (Proveniente dall’Agropoli e poi ceduto al S.M.Cilento – 1996) (8/0)
Antonio Mosca (C) (Proveniente dalla Sancataldese e poi ceduto alla Nocerina – 2000) (7/0)
Leonardo Granado (A) (Proveniente dal Castelfidardo e poi ceduto al Gravina – 1994) (8/1)
Anibal Montaldi (A) (Proveniente dal Fasano e poi ceduto al Bitonto – 1980) (10/2)
Gennaro Sorrentino (A) (Proveniente dal Rezzato e poi ceduto al Gladiator – 1988) (12/0)