Tutto sull'avversario del Foggia: il Cerignola (video)

Organico di prim'ordine e in grado di centrare la promozione in Serie C. Con Vincenzo Feola in panchina è partita la rincorsa alla vetta della classifica
02.02.2020 07:35 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Vincenzo Feola
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Vincenzo Feola

Un derby decisivo per Foggia e Cerignola oggi allo Zaccheria. Per i Satanelli, orfani di Ninni Corda e Roberto Cau in panchina appiedati per quattro e due giornate dal giudice sportivo, per uscire fuori dalla crisi di risultati che li ha attanagliati per quasi tutto il mese di gennaio. Per i gialloblu che hanno la possibilità di superare in classifica i “cugini” in caso di vittoria e decretare, di fatto, le proprie ambizioni di vetta della classifica. Sugli spalti ci sarà spazio anche per i tifosi cerignolani.

Il Cerignola, dopo un inizio di stagione non positivo, ha invertito la rotta. Via Alessandro Potenza alla guida della squadra, dentro Vincenzo Feola, un ritorno, che ha saputo risollevare le sorti della “Cicogna” a suon di risultati, avendo a disposizione una rosa di prim’ordine costruita dall’ex “diesse” Elio Di Toro, all’indomani del mancato ripescaggio in Serie C.

Una squadra senza apparenti punti deboli quella del Cerignola. Con un attacco atomico e calciatori di categoria e di “nome” in tutti i reparti. A cominciare da Tommaso Coletti, grande ex della contesa. Quaranta punti in classifica frutto di dodici vittorie e quattro pareggi. Cinque le sconfitte subite per un totale di 36 gol fatti, secondo miglior attacco del torneo, e 20 incassate. Quattro vittorie, due pareggi e quattro sconfitte per undici reti fatte e sette subite lontano dal “Monterisi”. Questi i numeri finora raccolti dal Cerignola in campionato che, in casa, ha perso una sola volta, proprio contro il Foggia all’andata che raccolse i tre punti grazie a uno spunto personale di Campagna.

Cannoniere della squadra è l’attaccante Rodriguez con dodici reti, arrivato a settembre dalla Reggiana dove aveva avuto già modo di scendere in campo in Serie C. Seguono l’esterno d’attacco Longo con 6 reti e l’attaccante Loiodice con cinque marcature. Tre gol per Sansone, attaccante con un passato in Serie A e B arrivato a torneo iniziato; due a testa per gli attaccanti Marotta e Martiniello; una ciascuno per i difensori Longhi, anch’egli con un passato in A e B e giunto a campionato in corso, Rosania e Russo nonché per il centrocampista De Cristofaro.

Mercato invernale praticamente fermo in casa cerignolana. Del resto con una rosa che annovera calciatori del calibro di Longhi, Rosania, Coletti, Di Cecco, Longo, Loiodice, Marotta, Rodriguez e Sansone, c’era ben poco da innestare se non i centrocampisti under Fucci dal Cagliari e Nembot dal Potenza. E’ andato via il solo Nives in difesa, passato alla Fidelis Andria. Tra le fila dei giallobu anche tre ex “Primavera” del Foggia quali il portiere Sarri e i centrocampisti De Cristofaro e Muscatiello.

Arbitro dell’incontro sarà Valerio Crezzini di Siena. Calcio d’inizio alle 14:30.

Di seguito l’attuale rosa del Cerignola. Per ogni calciatore, tra parentesi, anno di nascita, provenienza, presenze e reti aggiornate alla 21esima giornata. In grassetto i nuovi arrivi del mercato di dicembre.

AUDACE CERIGNOLA – Allenatore: Alessandro Potenza poi Vincenzo Feola

PORTIERI
Mario Cappa (Confermato – 2000) (13/-12)
Simone Sarri (Proveniente dal Foggia – 2000) (3/-4)
Francesco Tricarico (Cresciuto nella società – 2002) (6/-6)

DIFENSORI
Aldo Caiazza (Proveniente dal Picerno – 1999) (17/0)
Lorenzo Celentano (Proveniente dal Teramo – 2001) (12/0)
Alessandro Longhi (Proveniente dal Padova – 1989) (14/0)
Daniele Rosania (Proveniente dall’Aprila – 1991) (11/1)
Luca Russo (Confermato – 1999) (17/1)
Tom Syku (Proveniente dal Seravezza – 1995) (12/0 + 1/0 nel Seravezza)
Gabriele Tancredi (Proveniente dalla Ternana – 2001) (7/0)

CENTROCAMPISTI
Diego Alfarano (Proveniente dal Lecce – 2000) (13/0)
Tommaso Coletti (Proveniente dalla Triestina – 1984) (19/0)
Antonio De Cristofaro (Confermato – 2000) (13/1)
Domenico Di Cecco (Confermato – 1983) (16/0)
Michele Fucci (Proveniente dal Cagliari – 2002) (2/0 nella Primavera)
Lorenzo Longo (Confermato – 1994) (19/6)
Francesco Muscatiello (Proveniente dal Foggia – 2001) (8/0)
Yacine Nembot (Proveniente dal Potenza – 2000) (1/0 nel Potenza)
Luka Sindjic (Proveniente dal Sindjelic Belgrado – 1993) (14/0 + 5/0 nel S.Belgrado)

ATTACCANTI
Younes Boufous (Inattivo – 1999) (2/0)
Lorenzo Cinque (Proveniente dal Clodiense – 1991) (8/0)
Nicola Loiodice (Proveniente dal Bitonto – 1992) (17/5 + 0/0 nel Bitonto)
Mario Marotta (Confermato – 1989) (21/2)
Antonio Martiniello (Proveniente dalla Reggina – 1996) (15/2)
Luigi Mentana (Proveniente dall’Avellino – 1999) (4/0)
Samon Reider Rodriguez (Proveniente dalla Reggiana – 1988) (14/12 + 4/0 nella Reggiana)
Gianluca Sansone (Proveniente dal Neftchi Baku – 1987) (14/3)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Luca Matere (D) (Confermato e poi ceduto al Nardò – 2000) (0/0)
Ruben Nives (D) (Proveniente dal Savoia e poi ceduto alla Fidelis Andria – 2000) (6/0)