Tutto sull'avversario del Foggia, il Lecce

Derby verità per gli uomini di Gianluca Grassadonia
27.10.2018 11:37 di Antonello Abbattista  articolo letto 104 volte
Il diesse Mauro Meluso
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il diesse Mauro Meluso

Il Foggia che non conosce le mezze misure è chiamato alla vittoria nel sentitissimo derby contro il Lecce, oggi pomeriggio allo Zaccheria. Obbligatorio conquistare i tre punti per gli uomini di Gianluca Grassadonia reduci dalla preoccupante sconfitta di Cosenza una settimana fa. Di contro ci saranno i giallorossi di Fabio Liverani, reduci dalla promozione in Serie B dopo troppe stagioni trascorse a veder sfumare l’obiettivo all’ultimo momento.

I salentini hanno 12 punti in classifica, tanti quanti il Foggia se non fosse per il -8, frutto di tre vittorie ed altrettanti pareggi. Due le sconfitte subite per un totale di 14 reti realizzate, come i dauni, secondo miglior attacco del torneo assieme a Pescara e Benevento, e dieci subite. Due vittorie, un pareggio e una sconfitta per un totale di otto reti messe a segno e quattro subite costituiscono il cammino esterno dei leccesi, sicuramente temibili.

Cannonieri della squadra sono il trequartista Mancosu e l’attaccante Palombi con quattro reti a testa. Seguono gli attaccanti Falco a La Mantia con due centri a testa, mentre il difensore Fiamozzi e il mediano Tabanelli sono andati a segno una volta ciascuno.

Rosa decisamente rivoluzionata in estate dal “diesse” Mauro Meluso, ex rossonero dia da calciatore che da direttore sportivo, con gli arrivi di Vigorito tra i pali dal Frosinone e il ritorno di Bleve in porta dalla Ternana; di Bovo e Fiamozzi dal Pescara, Calderoni dal Novara, Lucioni e Venuti dal Benevento, Meccariello dal Brescia in difesa; di Petriccione dal Bari e Scavone dal Parma a centrocampo; di Falco e Pettinari dal Pescara, La Mantia dall’Entella e Palombi dalla Salernitana in attacco.

Non fa più parte della rosa salentina l’ex Cosimo Chiricò, arrivato in estate dopo la deludente esperienza di Cesena, che i tifosi leccesi non hanno gradito per via di ruggini del passato quando la sgusciante ala destra era a Foggia.

Le due squadre non si affrontano allo Zaccheria dal 19 marzo 2017 allorquando Mazzeo, Coletti e Deli schiantarono i giallorossi di mister Padalino e ipotecarono virtualmente la promozione in Serie B.

Arbitro dell’incontro sarà Gianluca Aureliano di Bologna, calcio d’inizio alle 15.

 

Di seguito l’attuale rosa del Lecce. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti relative alla stagione 2017/2018 (play-off e play-out esclusi)

 

LECCE – Allenatore: Fabio Liverani

PORTIERI

1 - Marco Bleve (Proveniente dalla Ternana – 1995) (9/-13)
22 - Mauro Vigorito (Proveniente dal Frosinone – 1990) (17/-18)

DIFENSORI
31 - Cesare Bovo (Proveniente dal Pescara – 1983) (8/0)
27 - Marco Calderoni (Proveniente dal Novara – 1989) (36/1)
5 - Francesco Cosenza (Confermato – 1986) (33/4)
3 - Luca Di Matteo (Confermato – 1988) (29/0)
28 - Riccardo Fiamozzi (Proveniente dal Pescara – 1993) (11/0 + 14/0 nel Bari)
25 - Fabio Lucioni (Proveniente dal Benevento – 1987) (8/0)
15 - Antonio Marino (Confermato – 1988) (24/1)
16 - Biagio Meccariello (Proveniente dal Brescia – 1991) (21/0)
2 - Davide Riccardi (Confermato – 1996) (14/2)
24 - Lorenzo Venuti (Proveniente dal Benevento – 1993) (30/0)

CENTROCAMPISTI
29 - Marco Armellino (Confermato – 1989) (35/3)
6 - Andrea Arrigoni (Confermato – 1988) (36/0)
13 - Thom Haye (Proveniente dal Willem II – 1995) (33/2)
10 - Franco Lepore (Confermato – 1985) (34/3)
8 - Marco Mancosu (Confermato – 1988) (33/7)
4 - Jacopo Petriccione (Proveniente dal Bari – 1995) (20/1)
30 - Manuel Scavone (Proveniente dal Parma – 1987) (29/3)
23 - Andrea Tabanelli (Confermato – 1990) (11/0 + 6/1 nel Padova)
21 - Radoslav Tsonev (Confermato – 1995) (21/2)

ATTACCANTI
18 - Edgaras Dubickas (Confermato – 1998) (14/1)
20 - Filippo Falco (Proveniente dal Pescara – 1992) (8/0 + 8/1 nel Perugia)
19 - Andrea La Mantia (Proveniente dal Virtus Entella – 1991) (39/12)
14 - Simone Palombi (Proveniente dalla Salernitana – 1996) (12/1 + 1/0 nella Lazio)
17 - Stefano Pettinari (Proveniente dal Pescara – 1992) (38/13)
11 - Giuseppe Torromino (Confermato – 1988) (31/5)

FUORI LISTA
Linas Megelaitis (C) (Confermato – 1998) (6/0)
7 - Cosimo Chiricò (A) (Proveniente dal Cesena – 1991) (7/0 + 21/4 nel Foggia)
Abdou Doumbia (A) (Proveniente dal Livorno – 1990) (32/9)
 

Arrivi: M.Bleve (por, 95, Ternana); J.Milli (por, 00, Casarano); M.Vigorito (por, 90, Frosinone); C.Bovo (dif, 83, Pescara); M.Calderoni (dif, 89, Novara); R.Fiamozzi (dif, 93, Pescara); F.Lucioni (dif, 87, Benevento); B.Meccariello (dif, 91, Brescia); L.Venuti (dif, 95, Benevento); T.Haye (cen, 95, Willem II); J.Petriccione (cen, 95, Bari); M.Scavone (cen, 87, Parma); C.Chiricò (att, 91, Cesena); F.Falco (att, 92, Pescara); A.La Mantia (att, 91, Virtus Entella); S.Palombi (att, 96, Salernitana); S.Pettinari (att, 92, Pescara)

Partenze: G.Chironi (por, 97, V.Verona); F.Perucchini (por, 91, Ascoli); P.Vicino (por, 95); S.Ciancio (dif, 87, Catania); G.Gambardella (dif, 98); M.Legittimo (dif, 89, Cosenza); E.Valeri (dif, 98, Cesena); P.Costa Ferreira (cen, 91, Trapani); R.Selasi (cen, 96, Fano); S.Caturano (att, 90, Virtus Entella); M.Di Piazza (att, 88, Cosenza); M.Pacilli (att, 98, Viterbese); M.Persano (att, 96, Arezzo); A.Saraniti (att, 88, Viterbese)