Tutto sull'avversario del Foggia, il Livorno

Ivan Pedrelli e Davide Agazzi ex di turno
09.12.2018 11:28 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Davide Agazzi, ex di turno
© foto di Federico Gaetano
Davide Agazzi, ex di turno

L’ultima spiaggia per mister Grassadonia si chiama Livorno. O si vince o il tecnico salernitano sarà esonerato. La tifoseria è ormai stufa di penuria di risultati e gioco evanescente e la posizione in classifica è disastrosa con il maledetto -8 che tarda a ridursi. A gennaio bisognerà sicuramente correre ai ripari per porre rimedio agli errori commessi in estate dal “diesse” Nember nella costruzione di una rosa con tanti doppioni a centrocampo e in attacco, qualche delusione e pochi ricambi in difesa.

L’avversario del Foggia è ultimo in classifica con 6 punti frutto di una vittoria e tre pareggi. Nove le sconfitte subite per un totale di appena otto reti realizzate, peggior attacco del torneo, e ben 21 subite, penultima difesa della B assieme ai rossoneri e al Carpi e prima del Padova. A nulla è valso il cambio in panchina con l’esonero del livornese doc Cristiano Lucarelli al posto del quale è stato chiamato Roberto Breda. All’Ardenza i toscani neopromossi dalla Serie C hanno vinto il loro unico incontro, finora, nel campionato cadetto così come una sola volta hanno pareggiato. Quattro le sconfitte rimediate per un totale di quattro gol segnati e dieci subiti. Cannoniere degli amaranto è l’esperto trequartista Diamanti con tre reti seguito dall’attaccante Giannetti con due marcature. Un gol a testa per il difensore Di Gennaro, il centrocampista Porcino e per l’attaccante Raicevic.

Ultimi precedenti tra le due squadre negli anni Ottanta in Serie C con una vittoria toscana nel 79/80 con rete di Bedin, uno 0-0 nell’85/86 e una vittoria livornese nell’86/87 grazie al gol di D’Este.

Arbitro dell’incontro sarà Juan Luca Sacchi di Macerata. Calcio d’inizio alle 15.

Di seguito l’attuale rosa del Livorno. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti relative alla stagione 2017/2018 (play-off e play-out esclusi)

LIVORNO – Allenatore: Cristiano Lucarelli poi Roberto Breda

PORTIERI
Luca Mazzoni (Confermato – 1984) (24/-20)
Lukas Zima (Proveniente dal Genoa – 1994) (0/-0)

DIFENSORI
Michelangelo Albertazzi (Proveniente dal Verona – 1991) (0/0)
Luka Bogdan (Proveniente dal Catania – 1996) (29/2)
Dario Dainelli (Proveniente dal Chievo Verona – 1979) (21/0)
Matteo Di Gennaro (Proveniente dal Renate – 1994) (31/3)
Andrea Gasbarro (Confermato – 1995) (24/0)
Lorenzo Gonnelli (Confermato – 1993) (20/0)
Dennis Iapichino (Proveniente dal Siena – 1990) (35/1)
Maicon (Confermato - 1993) (0/0)
Andrew Marie-Sainte (Proveniente dal Napoli – 1998) (23/3 nella Primavera)
Agatino Parisi (Proveniente dal Siracusa – 1995) (32/4)
Ivan Pedrelli (Confermato – 1986) (25/2)

CENTROCAMPISTI
Davide Agazzi (Proveniente dal Foggia – 1993) (29/1)
Alessandro Bruno (Confermato – 1983) (26/0)
Nicolò Fazzi (Proveniente dal Cesena – 1995) (32/1)
Filippo Gemmi (Confermato – 1997) (10/0)
Andrea Luci (Confermato – 1985) (33/3)
Antonio Porcino (Proveniente dal Catania – 1995) (13/1 + 19/2 nella Reggina)
Michele Rocca (Proveniente dal Feralpi Salò – 1996) (8/2 + 3/0 nella Pro Vercelli)
Brem Soumaoro (Proveniente dal Go Ahead Eagles – 1996) (19/0)
Francesco Valiani (Confermato – 1980) (33/4)

ATTACCANTI
Alessandro Diamanti (Proveniente dal Perugia – 1983) (13/2)
Niccolò Giannetti (Proveniente dal Cagliari – 1991) (9/0)
Libor Kozak (Proveniente dal Bari – 1989) (15/2)
Pasquale Maiorino (Confermato – 1989) (26/7 + 1/0 nella Cremonese)
Murilo (Confermato – 1995) (31/11)
Filip Raicevic (Proveniente dalla Pro Vercelli – 1993) (34/4)