Tutto sull'avversario del Foggia, il Vicenza

Appena retrocesso dalla Serie B. Lontani i fasti della Serie A anni Settanta e Novanta per i veneti
 di Antonello Abbattista  articolo letto 775 volte
Capitan Giacomelli
© foto di ATP
Capitan Giacomelli

Sfida dal sapore antico quella che si consumerà allo stadio “Romeo Menti” di Vicenza domenica alle 20:30. Di fronte due nobili decadute del calcio italiano dai destini, tuttavia, contrapposti. Il Foggia è appena tornato in Serie B dopo 19 anni di assenza e di tante amarezze e poche soddisfazioni. I vicentini sono appena retrocessi in C e sono ben lontani i fasti della Serie A degli anni Settanta e Novanta. La Coppa Italia è quindi l’antipasto ideale per tornare a respirare il calcio che conta nonché per misurare il livello di preparazione fin qui raggiuto. Utile occasione sia per il Foggia che ha giocato solo un’amichevole per 70 minuti e al Vicenza, inserito nel girone B della Serie C, che sta costruendo la propria rosa di “rincorsa” dopo una fase di stallo a inizio estate.

La panchina dei veneti è stata affidata ad Alberto Colombo, proveniente dal Sud Tirol-Alto Adige e che vanta già esperienze in Lega Pro sulle panchine di Pro Patria e Reggiana. La rosa è stata ovviamente rivoluzionata dopo la retrocessione in Serie C. Uniche conferme quelle di Costa tra i pali, Barbosa in difesa, Bianchi a centrocampo, Fabinho e capitan Giacomelli in attacco. Per quel che concerne il mercato in entrata i veneti hanno preso, tra gli altri, l’esperto De Giorgio in attacco dal Latina, Valentini tra i pali dallo Spezia, Bangu, scuola Fiorentina, a centrocampo dalla Reggina.

Esordio decisamente positivo per i biancorossi al primo turno di Tim Cup. Un perentorio 4-1 rifilato al Pro Piacenza con doppietta di Giacomelli e gol di Malomo e De Giorgio su penalty dopo l’iniziale vantaggio piacentino siglato da Barba.

Arbitro dell’incontro sarà Gianluca Aureliano di Bologna coadiuvato dai guardalinee Domenico Rocca di Vibo Valentia e Valerio Vecchi di Lamezia Terme. Quarto uomo Alessandro Prontera di Bologna.

Di seguito l’attuale rosa del Vicenza. Tra parentesi provenienza, anno di nascita, presenze e reti per ciascun calciatore relative alla stagione 2016/2017.

VICENZA – Allenatore: Alberto Colombo

PORTIERI
Davide Costa (Confermato – 1996) (1/-* + 2/-* nel Virtus Francavilla)
Stefano Fortunato (Proveniente dal Sud Tirol-Alto Adige – 1990) (2/-*)
Alex Valentini (Proveniente dallo Spezia - 1988) (0/-0)

DIFENSORI
Barbosa (Confermato – 1998) (6/0)
Pietro Beruatto (Proveniente dalla Juventus – 1998) (8/0 nella Juventus Primavera)
Luca Crescenzi (Proveniente dal Pisa – 1992) (12/0)
Federico Giraudo (Proveniente dal Torino – 1998) (21/1 nel Torino Primavera)
Kevin Magri (Proveniente dal Taranto – 1995) (12/0 + 0/0 nel Vicenza)
Alessandro Malomo (Proveniente dal Venezia – 1991) (23/0)
Luca Milesi (Proveniente dal Modena – 1993) (15/1 + 11/0 nell’Arezzo)

CENTROCAMPISTI
Isnik Alimi (Proveniente dal Forlì – 1994) (29/0)
Luzayadio Bangu (Proveniente dalla Reggina – 1997) (33/5)
Davide Bianchi (Confermato – 1996) (14/0)
Housem Ferchichi (Proveniente dal Livorno – 1996) (19/0)
Amidu Salifu (Proveniente dal Mantova – 1992) (29/0)

ATTACCANTI
Pietro De Giorgio (Proveniente dal Latina – 1983) (17/3 + 1/0 nel Crotone)
Fabinho (Confermato – 1991) (8/0)
Stefano Giacomelli (Confermato – 1990) (27/0)
Massimiliano Giusti (Proveniente dall’Hamrun Spartans – 1995) (17/5)