Tutto sull'avversario del Foggia: la Fidelis Andria

Derby al "Degli Ulivi" contro i federiciani dell'ex Loris Palazzo. In panchina via Favarin, dentro l'ex Donia Raimondo Catalano
15.11.2019 16:55 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Loris Palazzo
© foto di Matteo Ferri
Loris Palazzo

Derby al “Degli Ulivi” di Andria per il Foggia di Ninni Corda, reduce dalla convincente vittoria di Coppa contro l’Acireale e desideroso di riscattare la sconfitta interna rimediata domenica scorsa contro il Sorrento.

La Fidelis proviene da quattro sconfitte consecutive e ha provveduto a cambiare allenatore, come molte altre squadre del girone H di Serie D. Esonerato l’esperto Giancarlo Favarin, tornato in estate in biancazzurro per ovviare alla perdita di Alessandro Potenza passato al Cerignola, il club andriese si è affidato all’ex Manfredonia Raimondo Catalano.

Tre vittorie, altrettanti pareggi e cinque sconfitte per un totale di dodici reti realizzate e quattordici subite, rappresentano il ruolino di marcia di una compagine che, sulla carta, è attrezzata per centrare agevolmente la zona play-off anziché stagnare in quella play-out.

Sono 6 i confermati rispetto alla passata stagione nelle fila federiciane: i difensori Porcaro (ex Apricena, ndr), Cipolletta (ex San Severo e Apricena, ndr) e Zingaro; i centrocampisti Petruccelli e Varriale e l’attaccante Cristaldi. Tra i numerosi volti nuovi si segnalano i difensori Kosnic dal Cluj, Della Corte dalla Paganese, Di Filippo dal Cassino e l’ex Primavera del Foggia Massa; Bedin dal Francavilla, Dalla Bona dal Giana Erminio e Montemurro dall’Altamura a centrocampo; l’ex Foggia e Manfredonia Palazzo dall’Altamura, Banegas dal Francavilla e Tedesco, ex Picerno, dal Bastia in attacco.

Cannoniere della squadra è Loris Palazzo con cinque gol messi finora a segno. Seguono Banegas con due centri; una marcatura ciascuno per Di Filippo, Zingaro, Dalla Bona, Petruccelli e Tedesco.

In Coppa Italia di Serie D, andriesi fuori al secondo turno all’esito della sconfitta subita contro il Savoia dopo aver superato il Bitonto ai rigori all’esordio stagionale.

Arbitro dell’incontro sarà. Simone Taricone di Perugia. Calcio d’inizio domenica alle 14:30.

Di seguito l’attuale rosa della Fidelis Andria. Per ogni calciatore, tra parentesi, anno di nascita, provenienza, presenze e reti relative alla passata stagione.

FIDELIS ANDRIA – Allenatore: Giancarlo Favarin poi Raimondo Catalano

PORTIERI
Graziano Belladonna (Proveniente dal Lecco – 2000) (1/-*)
Alessandro D’Andrea (Proveniente dal Napoli – 2000) (14/-18 nella Primavera)
Matteo Segantini (Proveniente dalla Luparense – 2001) (0/-0)

DIFENSORI
Ciro Cipolletta (Confermato – 1996) (29/1)
Giovanni Della Corte (Proveniente dalla Paganese – 1995) (26/1)
Nicolas Di Filippo (Proveniente dal Cassino – 1993) (23/1 + 9/0 nel Prato)
Jevrem Kosnic (Proveniente dal Cluj – 1993) (3/0)
Francesco Massa (Proveniente dal Foggia – 2001) (9/0 in Primavera + 8/0 nel Portici)
Davide Porcaro (Confermato – 1996) (7/1)
Vincenzo Zingaro (Confermato – 2000) (30/1)

CENTROCAMPISTI
Matteo Bedin (Proveniente dal Francavilla 1927 – 1989) (28/0)
Alessandro Catalano (Proveniente dal Picerno – 2000) (0/0 + 4/0 nell’Altamura)
Daniele Dalla Bona (Proveniente dal Giana Erminio – 1983) (31/2)
Andrè Gava (Inattivo – 1992) (0/0)
Giampiero Montemurro (Proveniente dal Team Altamura – 1991) (32/3)
Simone Muratore (Proveniente dalla Lucchese – 2001) (*/*)
Alessandro Petruccelli (Confermato – 1999) (23/0)
Antonio Varriale (Confermato – 1999) (18/1 + 13/0 nella Sarnese)

ATTACCANTI
Yassin Arfaoui (Proveniente dal Virtus Francavilla – 1999) (0/0)
Pablo Banegas (Proveniente dal Francavilla 1927 – 1992) (29/11)
Matias Cristaldi (Confermato – 1994) (29/11)
Simone Nannola (Proveniente dal Barletta – 2001) (*/* + 1/0 nel Foggia Primavera)
Loris Palazzo (Proveniente dall’Altamura – 1991) (34/11)
Emmanuele Tedesco (Proveniente dal Bastia – 1998) (1/0)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Salvatore Salimbè (D) (Proveniente dal Portici e poi ceduto al Giugliano – 2001) (0/0)
Cosmo Palumbo (A) (Proveniente dal Francavilla 1927 e poi ceduto alla Vastese - 1989) (1/0)