Ancora il massimo col minimo sforzo: Staiano piega il Grumentum

Domenica prossima altra sfida casalinga per i Satanelli contro il Sorrento
03.11.2019 17:46 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Giuseppe Staiano esulta
Giuseppe Staiano esulta

Stavolta ci pensa Staiano a bucare la rete avversaria e a regalare la vittoria al Foggia di Ninni Corda, come sempre senza esprimere un grande calcio ma, altrettanto come sempre, dimostrandosi squadra compatta, di categoria e che senza fronzoli porta a casa i tre punti quasi ogni domenica.

Poca cosa il Grumentum. Zero tiri in porta. E ciò la dice tutta sulla caratura dell’avversario odierno. Cronaca di marca completamente rossonera. Già dopo 40 secondi Iadaresta sfrutta un cross dalla destra e di testa chiama Donini alla deviazione in corner. Al quinto minute è Cittadino su punizione a chiamare Donini ad un altro intervento provvidenziale, palla in corner. Al 22° ci prova Tortori da distanza notevole, palla di poco fuori. Al 35° Iadaresta sfiora il gol superando il portiere in uscita e calciando da posizione defilata: la sfera si infrange sui legni. Nei minuti di recupero ci prova Gentile su punizione dalla distanza, palla fuori di poco.

Nella ripresa il Foggia passa al nono con Staiano che sfrutta un assist di Russo dalla sinistra che Iadaresta non aggancia sottoporta ma che il mediano ex Trestina spedisce alle spalle di Donini. Al 16° è il turno di Viscomi, di testa, su corner: palla tra le braccia di Donini. Di nuovo Viscomi al 29°, sempre di testa e sempre su corner: stavolta il pallone termina di poco sopra la traversa. Infine, al 32°, percussione solitaria di Campagna da centrosinistra e tiro dalla distanza, palla di poco a lato.

Va bene così, 21 punti in classifica a una sola lunghezza dalla capolista Bitonto e con un’altra partita in casa da giocare domenica prossima contro il Sorrento, sono elementi che fanno ben sperare in un imminente aggancio alla vetta.

FOGGIA (3-5-2) – Fumagalli, Delli Carri (51° Russo), Viscomi, Di Jenno; Di Masi (51° Salines), Staiano, Cittadino, Gentile, Campagna; Iadaresta, Tortori (70° Gerbaudo). In panchina: Di Stasio, Loschiavo, Sadek, Buono, Cadili, Gibilterra. Allenatore: Ninni Corda

GRUMENTUM (4-4-2) – Donini, Cecci, Pellegrini, De Gol, Dubaz; Cirelli (60° Cavaliere), Catinali (85° Matinata), Agresta, Lobosco (83° De Luca); Potenza, Martinez (33° Bongermino). In panchina: Russo, Falco, Larocca, Mazziotta, Visani. Allenatore: Antonio Finamore

RETI – 54° Staiano (Fg)

NOTE – Arbitro: Giorgio Bozzetto di Bergamo. Angoli 9-1 per il Foggia. Ammoniti: Cittadino, Viscomi, Staiano, Russo (Fg); Catinali, De Gol, Agresta (Gr). Recupero 3 minuti nel primo tempo, 4 minuti nel secondo tempo