Cosenza-Foggia 2-2: rimonta rossonera firmata Mazzeo

 di Alessandro Tosques Twitter:   articolo letto 53 volte
Fonte: foggiatoday.it
Fabio Mazzeo
Fabio Mazzeo

Un pareggio che accontenta tutti, o quasi. Sicuramente il Foggia, un po’ meno il Cosenza arrivato a pochi secondi dalla vittoria, prima che Mazzeo firmasse il gol del 2-2 finale. Poco male, visto che i calabresi erano già certi di aver strappato il pass per i playoff. I satanelli invece mantengono l’imbattibilità che dura dallo scorso 11 febbraio, e chiudono il campionato con numeri di record: 85 punti, +11 sul Lecce secondo, 70 gol fatti (secondo miglior attacco dietro il Matera che ne ha segnato uno in più) e 29 subiti (miglior difesa). E soprattutto il titolo di capocannoniere per Fabio Mazzeo.

Il bomber salernitano si aggiudica il titolo di attaccante più prolifico del girone con uno score invidiabile, 21 reti in 28 partite. Determinante anche oggi, nella rimonta operata dai rossoneri, dopo che il Cosenza era andato sul 2-0 grazie ai gol dell’ex (ma di proprietà ancora del Foggia, ndr) Letizia, lesto a deviare in rete un preciso assist di Mendicino al 32’ del primo tempo, e di Corsi, che all’8’ della ripresa sorprendeva un non attentissimo Sanchez con un destro dalla distanza.

Il Foggia, che ha riproposto Angelo, Figliomeni e Sicurella dal 1’, e ha scoperto nei minuti finali anche l’uruguagio Faber, è rimasto però sul pezzo fino alla fine, mettendo a referto una quantità considerevole di occasioni da gol, sia nel primo che nel secondo tempo, e accorciando le distanze a metà ripresa con Mazzeo. A pochi secondi dallo scadere del terzo minuto di recupero, il secondo sigillo del numero 19 rossonero, tre minuti dopo il clamoroso palo colpito da Di Piazza a porta sguarnita.