Foggia eroico e sfigato. Derby al Bari

Immeritatamente sconfitti i Satanelli beffati dal foggiano Galano al 92°
 di Antonello Abbattista  articolo letto 1251 volte
Galano, match winner
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Galano, match winner

Vince il Bari. Immeritatamente, a una manciata di secondi dal fischio finale che avrebbe decretato un pareggio a reti bianche, risultato più giusto rispetto a quanto visto in campo con un Foggia che, sia pur rabberciato, ha saputo tenere testa alla capolista della Serie B, più pericolosa in qualche circostanza ma che non ha dato certo l’impressione di giocare facile contro i Satanelli. E così il derby se lo aggiudicano i baresi grazie a una zampata del foggiano Cristian Galano al minuto 92 su assist di Floro Flores. E probabilmente sta tutta qui la differenza tra biancorossi e rossoneri: la panchina, l’avere a disposizione, a prescindere dagli infortuni che stanno flagellando i dauni, una rosa decisamente più valida a disposizione. A ulteriore riprova che il nuovo “diesse” Luca Nember avrà davvero molto da lavorare nel corso del mercato di riparazione di gennaio. Pubblico delle grandi occasioni in Curva Nord per i baresi. Poco più d mille i foggiani assiepati in uno spicchio della curva opposta e che hanno cercato di incitare la squadra e rispondere agli sfottò levantini. Peccato per il petardo lanciato contro i baresi che avevano aggirato l'esiguo cordone di steward a dividere le due fazioni, per provocare i foggiani nelle concitate fasi di esultanza post gol vittoria, che ha stordito un addetto alla sicurezza e che, quasi sicuramente, il Foggia pagherà caro in settimana.  

Non molto da annotare sui taccuini dei cronisti presenti in tribuna stampa. Si parte con un tentativo dalla distanza di Galano all’8° che però Tarolli, buon esordio per lui, blocca senza problemi. Al 14° ci prova di nuovo il “Robben di Capitanata”, sempre dalla distanza, palla fuori. Primo brivido per i baresi, invece, al 26° con Beretta che sfrutta bene un cross da destra di Fedato ma non riesce, di testa, a imprimere alla sfera la giusta potenza per infilarla alle spalle di Micai che blocca. Al 27° ci prova Improta dalla distanza, palla a fil di palo. Di nuovo Improta pericolosissimo di testa su corner al 34°, palla che sibila vicino a palo. Al 38° Cissè manda fuori da ottima posizione. Un minuto dopo è Fedato a mandare fuori, calciando in corsa, raccogliendo un lancio lungo. Al 42° confusione in area foggiana con batti e ribatti ma la difesa dauna riesce a spazzare. Nella ripresa davvero poco da segnalare se non un tentativo debole di Cissè al 52° che termina tra le braccia di Tarolli, un esterno rete colto da Brienza su lancio liftato di Galano al 63°, l’espulsione per doppia ammonizione di Coletti e il gol, in pieno recupero, di Galano abile a farsi trovare pronto alla deviazione sotto porta servito da un assist rasoterra da destra di Floro Flores. Ultimo brivido della contesa una respinta di piedi di Tarolli su tentativo di Nenè all’esito di una azione di contropiede.

In sala stampa Fabio Grosso gongola, Giovanni Stroppa si dichiara comunque soddisfatto della prova gagliarda offerta da larga parte degli uomini scesi in campo. Migliori al San Nicola: Beretta, Celli e Fedato. Peggiori Vacca, Gerbo e Calderini. Buona prestazione anche da parte di capitan Agnelli, rientrato dopo l’infortunio.

BARI (4-3-3) – Micai, Anderson, Tonucci, Gyomber, Fiamozzi (88° Nenè); Tello, Basha (56° Brienza), Petriccione; Galano, Cissè (68° Floro Flores), Improta. In panchina: De Lucia, Conti, Capradossi, Sabelli, D’Elia, Cassani, Salzano, Iocolano, Diakite. Allenatore: Fabio Grosso

FOGGIA (4-3-3) – Tarolli, Loiacono, Camporese, Coletti, Celli; Gerbo, Vacca, Agnelli (73° Fedele); Fedato (80° Empereur), Beretta, Calderini (70° Chiricò). In panchina: Sanchez, Sarri, Lodesani, Figliomeni, Martinelli, Rubin, Floriano, Ramè. Allenatore: Giovanni Stroppa

RETI – 92° Galano (Ba)

NOTE – Arbitro Federico La Penna di Roma. Angoli 5-4 per il Foggia. Ammoniti: Tello e Tonucci (Ba); Gerbo, Loiacono, Coletti e Fedele (Fg). Espulso Coletti (Fg). Recupero 4 minuti nel secondo tempo. Spettatori 33567 (24986 paganti, 8581 abbonati).