Foggia, la B rimandata di una settimana. Reggina piegata, Lecce indenne a Matera

Una inzuccata dello "storico" Loiacono regala i tre punti agli uomini di Giovanni Stroppa
 di Antonello Abbattista  articolo letto 274 volte
Giuseppe Loiacono
© foto di Foggia Calcio
Giuseppe Loiacono

Festa rimandata di sette giorni per il Foggia di Giovanni Stroppa che batte di misura la Reggina grazie a una inzuccata di Loiacono ma non gode appieno in virtù del pareggio del Lecce a Matera con i salentini che pure erano passati in svantaggio e rimasti in dieci uomini. Se ne parlerà a Fondi, domenica prossima, dove i satanelli festeggeranno finalmente il ritorno in Serie B dopi 19 anni di assenza.

Partita non bellissima quella dello Zaccheria, tutto esaurito per l’occasione, con il Foggia che ha faticato non poco nel rendersi pericoloso dalle parti di Sala complice una Reggina decisamente arroccata nella propria metà campo pur se allenata dal primo dei zemaniani, il figlio Karel. Al settimo Di Piazza cicca davanti alla porta un cross di Chiricò. Poi un fallo da rigore non fischiato ai foggiani per un atterramento in area di Mazzeo. Al 14° ci prova Rubin da fuori, palla di poco a lato. Al 16° miracolo di Sala che con i suoi riflessi pronti respinge una girata a colpo sicuro di Mazzeo in area piccola su sponda di testa di Coletti. Al 29° Di Piazza manda fuori di testa un cross di Chiricò. Al 33° Chiricò, dopo la sua classica azione da destra, manda la sfera a fil di palo. Al 42° ancora Chiricò pericoloso su punizione, Sala respinge. Al 43° Rubin ancora di poco alto con un tentativo a giro dal vertice sinistro dell’area di rigore. La prima frazione si chiude con un tentativo di testa Mazzeo che si spegne di poco fuori.

Nella ripresa Foggia avanti al 55° con un colpo di testa di Loiacono su cross di Mazzeo. Sala trafitto e dauni meritatamente in vantaggio. Al 72° Sarno coglie l’esterno della rete su lancio di Mazzeo. Al 75° Martinelli di testa di poco alto su azione nata da corner. Infine, all’80° Mazzeo manda la palla sull’esterno della rete dopo essere stato ben servito in corridoio.

FOGGIA (4-3-3) – Guarna, Loiacono (83° Gerbo), Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Vacca, Deli; Chiricò (52° Sarno), Mazzeo, Di Piazza (60° Sainz-Maza). In panchina: Tucci, Angelo, Figliomeni, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Sanchez, Martino, Faber. Allenatore: Giovanni Stroppa

REGGINA (3-5-1-1) – Sala, Gianola, De Vito, Kosnic; Maesano (76° Lo), Knudsen, Botta, Romanò (55°De Francesco), Cane; Bangu (64° Leonetti); Bianchimano. In panchina: Licastro, Carpentieri, Tripicchio, Lancia, Mazzone, Tommasone, Cuzzilla. Allenatore: Karel Zeman

RETI – 55° Loiacono

NOTE – Arbitro Giuseppe Zanonato di Vicenza. Angoli 5-0 per il Foggia. Ammoniti: Romanò (Rc) e Loiacono (Fg). Recupero 2 minuti nel primo tempo e 5 minuti nel secondo tempo.