Il Foggia cala il poker: tre difensori e Cicerelli stendono il Carpi

Reazione tardiva dei modenesi che vanno comunque in gol due volte
27.08.2018 11:06 di Antonello Abbattista  articolo letto 417 volte
Loiacono, ieri capitano
© foto di Foggia Calcio
Loiacono, ieri capitano

Prima vittoria in campionato, due gol subiti, tre difensori su quattro andati in gol e poker di reti rifilato al Carpi. Il Foggia di Grassadonia parte alla grande in campionato e rintuzza subito i focolai di critiche piovute dopo l’eliminazione in Coppa Italia contro il Catania e qualche amichevole di “lusso” non esaltante sotto il piano del gioco e dei risultati ottenuti. I modenesi di Chezzi e Bortolas hanno ancora molto da lavorare. I Satanelli fanno propria l’intera posta in palio in quello che era a tutti gli effetti uno scontro diretto per la salvezza. Ora sono a -5 con la speranza che l’ultimo grado di giudizio sportivo faccia diminuire ancora la penalizzazione o la estingua del tutto. Rossoneri fortemente rimaneggiati con Galano, Mazzeo, Gerbo, Floriano e capitan Agnelli squalificati, Iemmello e Deli infortunati ai quali si sono aggiunti Zambelli e Rizzo prima della gara.

La prima occasione della gara è di marca biancorossa dopo due giri di lancetta. E’ Piu a provarci da fuori area ma Bizzarri è attento e sventa. Rispondono i dauni un minuto dopo con Kragl con un rasoterra da fuori che costringe Colombi a rifugiarsi in corner. La gara si sblocca al 22°: preciso calcio di punizione battuto da Kragl dalla sinistra e Camporese che svetta nella difesa avversaria e trafigge Colombi con un colpo di testa. Un minuto dopo è ancora Kragl a provarci dalla distanza, sfera a fil di palo. Al 26° sempre il tedesco e sempre da fuori con un rasoterra, Colombi devia ancora in calcio d’angolo. Al 30° Gori si ritrova a tu per tu con Colombi ma il destro non è il suo piede e il portiere carpigiano si oppone senza problemi.

La ripresa si apre con un tentativo dalla distanza di Cicerelli al secondo che costringe Colombi ancora una volta a deviare in corner. Furia Foggia dal 4° al 16° minuto: tunnel di Chiaretti sulla sinistra che serve Gori il quale si accentra e serve Loiacono in corsa e libero sulla destra: il capitano trafigge Colombi con un sinistro dal limite. Al nono è Tonucci a deviare alle spalle del portiere emiliano sfruttando al meglio un corner di Kragl. Al sedicesimo dribbling di Carraro di gran carriera per vie centrali e palla servita a Cicerelli che si accentra e scarica a giro alle spalle del guardiapali modenese. I rossoneri calano e il Carpi prende coraggio: al 20° ci prova Jelenic con un tiro a giro, Bizzarri devia in angolo. Al 23° Mokulu, in sospetto fuorigioco, ribadisce alle spalle di Bizzarri che non trattiene un tiro da fuori area di Jelenic. Al 26° il portiere argentino del Foggia devia in corner un tentativo dalla distanza di Di Noia. Al 27° si rivedono i foggiani con Gori davanti a Colombi che riesce a sventare in qualche modo la possibile cinquina. Al 28° si rivede il solito Kragl con la sua “bomba” dalla distanza e l’altrettanto solito Colombi a rifugiarsi in calcio d’angolo. Al 35° secondo gol dei biancorossi con Jelenic che trafigge Bizzarri con un tiro dal limite leggermente deviato da Martinelli. Un minuto dopo Kragl di poco a lato su punizione. La partita di chiude con due tentativi modenesi: il primo deviato in corner da Bizzarri, il secondo con Mokulu che manda a lato da buona posizione.

FOGGIA (3-5-2) – Bizzarri, Tonucci (79° Boldor), Camporese, Martinelli; Loiacono, Busellato (85° Ramè), Carraro, Cicerelli (68° Ranieri), Kragl; Gori, Chiaretti. In panchina: Noppert, Sarri, Cavallini, Arena. Allenatore: Gianluca Grassadonia

CARPI (4-4-2) – Colombi, Pacionik, Suagher, Pezzi, Frascatore (85° Vano); Jelenic, Sabbione, Di Noia (74° Piscitella), Pasciuti; Mokulu, Piu (55° Arrighini). In panchina: Pasotti, Colombo, Buongiorno, Concas, Ligi, Van der Heijden, Saric, Barnofski, Fantacci. Allenatore: Enrico Bortolas

RETI – 22° Camporese, 49° Loiacono, 54° Tonucci, 61° Cicerelli (Fg); 68° Mokulu, 80° Jelenic (Ca)

NOTE – Arbitro Federico Dionisi di L’Aquila. Angoli 8-6 per il Foggia. Ammoniti: Frascatore, Pezzi e Pasciuti (Ca). Recupero 5 minuti nel secondo tempo