In casa il Foggia è un disastro. Anche il Brescia vince

Sesta sconfitta per i Satanelli allo Zaccheria in campionato
25.02.2018 10:59 di Antonello Abbattista  articolo letto 913 volte
Andrea Caracciolo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Andrea Caracciolo

Il record negativo di sconfitte in casa del Foggia in Serie B si è arricchito ulteriormente dopo quella rimediata ieri contro il Brescia. Due a uno il finale con i rossoneri rimontati ancora una volta, quest’anno, dopo essere passati in vantaggio. Sconfitta meritata contro un avversario che ha saputo prendere le misure ai dauni apparsi non certo brillanti. Sono 6 le sconfitte finora subite allo Zaccheria. Un cammino disastroso quello di mister Stroppa tra le mura amiche dove la sua squadra, vittoria rotonda a parte contro il Carpi, non ha mai entusiasmato più di tanto raccogliendo cinque pareggi e due vittorie striminzite contro Perugia e Avellino.

Avaro di emozioni il primo tempo contro le “rondinelle”. Bisogna aspettare il 31° per annotare un tiro di Caracciolo da ottima posizione deviato in corner con i piedi da Guarna. Al 36° passa il Foggia con Mazzeo abile a colpire di testa su cross di Kragl e Nicastro opportunista a deviare con il corpo sulla linea di porta alle spalle di Minelli. Il tempo si chiude con un colpo di testa pericolosissimo di Caracciolo che Guarna è abile a deviare sopra la traversa. Nella ripresa ottima occasione per Zambelli al 47° ma l’esterno ex bresciano calcia malamente sopra la traversa da posizione decentrata ma interessante. Al 60° Ndoj manda di poco a lato tirando da buona posizione in area. Al 65° evidente calcio di rigore non dato alla “leonessa” per fallo di mani in area di Tonucci su cross proveniente da sinistra. Due minuti dopo arriva il pareggio lombardo. Cross basso di Spalek da destra e Torregrossa bravo ad anticipare Camporese e ad infilare Guarna. Al 74° la squadra di mister Boscaglia raddoppia con Caracciolo che realizza un calcio di rigore concesso dall’arbitro per atterramento in area di Torregrossa da parte di capitan Agnelli. La contesa si chiude con un tentativo di Agnelli dalla distanza sventato senza problemi dal portiere avversario e con una botta dalla distanza di Kragl nei minuti di recupero con la palla che termina a fil di palo.

FOGGIA (3-5-2) – Guarna, Tonucci, Camporese, Loiacono; Zambelli, Agnelli, Greco (70° Fedato), Scaglia (52° Gerbo), Kragl; Mazzeo, Nicastro (70° Duhamel). In panchina: Noppert, Figliomeni, Beretta, Martinelli, Rubin, Gerbo, Floriano, Celli, Ramè, Calabresi. Allenatore: Giovanni Stroppa

BRESCIA (4-4-2) – Minelli, Coppolaro, Somma, Gastaldello, Curcio; Embalo (59° Spalek), Martinelli, Ndoj (78° Bisoli), Furlan; Caracciolo, Torregrossa (82° Tonali). In panchina: Pelagotti, Cortesi, Meccariello, Longhi, Cancellotti. Allenatore: Roberto Boscaglia.

RETI – 36° Nicastro (Fg); 67° Torregrossa (Bs); 74° Caracciolo su rigore (Bs)

NOTE – Arbitro Fabio Piscopo di Imperia. Angoli 6-5 per il Foggia. Ammoniti: Tonucci e Gerbo (Fg); Coppolaro e Furlan (Bs). Recupero 3 minuti nel primo tempo e 4 minuti nel secondo tempo