Tutto sull'avversario del Cerignola: lo Sporting Fulgor Molfetta

Fanalino di coda del girone H. Squadra nata in estate dal trasferimento del titolo sportivo dell'Apricena
 di Antonello Abbattista  articolo letto 110 volte
Tutto sull'avversario del Cerignola: lo Sporting Fulgor Molfetta

Praticamente una formalità per la corazzata Cerignola che, oggi pomeriggio, affronterà al “Monterisi” lo Sporting Fulgor Molfetta, fanalino di coda del girone H di Serie D. Otto sconfitte consecutive nelle ultime otto giornate e un bilancio esterno negativo con una sola vittoria, due pareggi e 6 sconfitte rimediate. Diciannove reti totali messe a segno, di cui sette fuori casa e ben 37 subite (peggiori difesa del torneo assieme a quella del Francavilla, ndr), di cui 18 fuori casa.

E’ questo il riepilogo impietoso del girone di andata della squadra del presidente-allenatore Mauro Lanza. Sono già due, infatti, gli allenatori che si sono succeduti sulla panchina della compagine nata in estate sfruttando il trasferimento del titolo sportivo dell’Apricena. Operazione condotta proprio da alcuni ex soci della squadra apricenese. Né Pino Lo Polito, ex Foggia, né Prosperi però sono riusciti a fare granché con una rosa a disposizione che comunque non sembra essere attrezzata per affrontare la Serie D. Una rosa che, al suo interno, annovera i foggiani Figliola tra i pali, Basta (ex anche di Manfredonia e San Severo, ndr), Cifarelli (ex Manfredonia, ndr) e Rizzi in difesa, gli ex sanseveresi Burdo e Dell’Aquila a centrocampo e Russo, foggiano, sempre in mediana. Non particolarmente attivo, infine, il mercato in entrata con gli arrivi, tra gli altri, degli under Dellino, proprio dall’Audace e Nitti dal San Severo in difesa a fronte delle partenze di elementi esperti come Stefanini a centrocampo o Cesareo in attacco. L’ex San Severo, passato al Noicattaro, era anche il cannoniere della squadra con cinque reti. Seguono gli attaccanti Petitti a cinque gol, Tulimieri a quattro e Savasta a due. Un gol per i difensori Cifarelli e Donvito e l’attaccante Tenneriello. All’andata il Cerignola ebbe vinta la partita a tavolino per 0-3 in quanto il campo sportivo di Canosa, che ospitava il  Molfetta, non era a norma.

Arbitro dell’incontro sarà Francesco Lipizer di Verona. Calcio d’inizio alle 14:30

Arbitro dell’incontro sarà Francesco Lipizer di Verona. Calcio d’inizio alle 14:30

Di seguito l’attuale rosa dello Sporting Fulgor Molfetta. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti aggiornate alla diciassettesima giornata.

SPORTING FULGOR MOLFETTA - Allenatori: Giuseppe Lo Polito poi Fabio Prosperi poi Mauro Lanza

PORTIERI
Davide Di Benedetto (Proveniente dall’Audace Barletta – 1998) (0/-0 + */* nel Barletta)
Antonio Figliola (Proveniente dal Monopoli – 1999) (15/-29)
Davide Terlizzi (Proveniente dal * - 1992) (0/-0)

DIFENSORI
Alessandro Basta (Proveniente dal San Severo – 1991) (12/0)
Rodolfo Cifarelli (Proveniente dal Manfredonia – 1995) (7/1)
Nicola Dellino (Proveniente dall’Audace Cerignola – 1997) (1/0 + 8/0 nel Cerignola)
Francesco Donvito (Proveniente dal Barletta – 1998) (9/1)
Nicolas Lenoci (Proveniente dal Gozzano – 1996) (16/0)
Davide Nitti (Proveniente dal San Severo – 1997) (0/0 + 1/0 nel San Severo)
Fabio Pastore (Proveniente dal Bitonto – 1998) (12/0)
Antonio Serino (Proveniente dal Molfetta – 2000) (4/0)
Antonio Rizzi (Proveniente dal * - 1985) (15/0)

CENTROCAMPISTI
Carlo Burdo (Proveniente dal Corato – 1994) (0/0 + */* nel Corato)
Benedetto Cassano (Proveniente dal Noicattaro – 1997) (1/0 + */* nel Noicattaro)
Ciro Dell’Aquila (Proveniente dal * - 1993) (8/0)
Stefano Gissi (Confermato – 1998) (10/0)
Luca Guadalupi (Proveniente dal Taranto – 1996) (15/0)
Andrea Marzio (Proveniente dal Vigor Trani – 1998) (12/0)
Mirko Russo (Proveniente dal Foggia – 1999) (4/0)

ATTACCANTI
Antonio Petitti (Proveniente dal Bisceglie – 1997) (14/5)
Luca Savasta (Proveniente dal Siderno – 1993) (14/2)
Manuel Tenneriello (Proveniente dal Lagonegro – 1991) (15/1)
Kevin Tulimieri (Proveniente dal Savoia – 1992) (10/4)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Giovanni Lullo (P) (Proveniente dalla Fidelis Andria e poi ceduto al Gravina – 1997) (1/-5)
Michele Lisi (D) (Proveniente dal Barletta e poi ceduto al Casarano – 1998) (1/0)
Michele Armenise (C) (Proveniente dalla Cavese e poi ceduto alla Palmese – 1997) (4/0)
Riccardo Asselti (C) (Proveniente dal San Severo e poi ceduto al Corato – 1998) (2/0)
Augusto Ferreira (C) (Proveniente dal Sersale e poi ceduto al Melfi – 1994) (6/0)
Alessandro Morra (C) (Proveniente dal Foggia e poi ceduto allo stesso - 1999) (1/0)
Antonio Stefanini (C) (Proveniente dal * e poi ceduto al Molfetta – 1991) (12/0)
Giuseppe Cesareo (A) (Proveniente dal * e poi ceduto al Noicattaro – 1981) (14/5)
Giuseppe Procacci (A) (Confermato e poi svincolato – 1999) (0/0)