Gentile fa, Gentile sbaglia. Ma basta lui per piegare il Brindisi

Ora il Foggia è a -2 dal Bitonto, battuto dal Cerignola. Domenica prossima trasferta a Casarano reduce da un pesantissimo 7-0 a Sorrento
16.02.2020 18:33 di Antonello Abbattista   Vedi letture
Federico Gentile
© foto di Foto Antonio Errichiello
Federico Gentile

Ci pensa Capitan Gentile dagli undici metri a liquidare la pratica Brindisi e, complice lo stop del Bitonto contro il Cerignola, a portare i Satanelli a due punti dalla vetta. Altro derby altra vittoria per i rossoneri che hanno ormai ripreso la loro marcia verso il podio del girone H della Serie D.

Gara non ricca di occasioni in uno Zaccheria vuoto per via della squalifica del campo. Basti pensare che la prima nota sui taccuini dei cronisti è al minuto 31 quando Gentile su punizione spedisce, complice una deviazione della barriera, a fil di palo. Al 43° l’episodio decisivo: El Ouazni viene atterrato in area brindisina e l’arbitro accorda il calcio di rigore che Capitan Gentile si incarica di realizzare. Unico sussulto brindisino nel recupero con un palo colpito da calcio d’angolo.

Anche la ripresa è dello stesso tenore della prima frazione. Al 18° Brindisi pericoloso con Merito che scatta in contropiede sulla destra e serve l’accorrente Toure ma Fumagalli esce e sventa. Due minuti dopo il Foggia potrebbe raddoppiare: fallo in area brindisina su Tedesco. Stavolta Gentile non piazza bene la sfera e Pizzolato la respinge. Ultima azione degna di nota al 36° con Gerbaudo che prova un tiro a giro dal limite dell’area ma il colpo è debole e facile preda di Pizzolato.

Domenica prossima altro derby a Casarano contro una squadra reduce dal disastroso 7-0 rimediato in quel di Sorrento. Una sfida decisamente ardua per i dauni che dovranno vedersela contro una formazione ancora in lotta per inserirsi in zona play-off e che sicuramente vorrà riscattarsi davanti al proprio pubblico.

FOGGIA (3-5-2) – Fumagalli, Anelli, Viscomi, Cadili (63° Di Jenno); Ndiaye, Gerbaudo, Gentile, Staiano (59° Campagna), Kourfalidis; El Ouazni (61° Tedesco), Russo (51° Tortori). In panchina: Di Stasio, Allegretti, Salines, Cipolletta. Allenatore: Roberto Cau

BRINDISI (4-4-2) – Pizzolato, Dario (64° Maglie), Ianniciello, Fruci, Escu (60° Marangi); Merito, Zappacosta (87° Boccadamo), Marino, Pizzolla (52° Balsamà); Toure (80° Cuomo), Ancora. In panchina: Lacirignola, Capone, Nardelli, Nocerino. Allenatore: Salvatore Ciullo

RETI – 43° Gentile su rigore (Fg)

NOTE – Arbitro Leonardo Tesi di Lucca. Angoli 6-3 per il Foggia. Ammoniti: Cadili e Tortori (Fg); Dario, Escu, Merito e Marangi (Br). Recupero 1 minuto nel primo tempo e 5 minuti nel secondo tempo. Al 65° Gentile fallisce un calcio di rigore (Fg)